Influencer Brand Getaways, le vacanze che cadono dal cielo

Tendenza sempre più in voga sono le vacanze estive spesate dai brands per gli influencers più celebri. Si tratta di una nuova strategia di marketing molto dispendiosa per i marchi, ma al tempo stesso molto efficace. Proprio come nei tour stampa, moltissimi brands spediscono in giro per tutto il globo influencers in vacanza, invitandoli a rilassarsi, a uscire con i loro amici e, ovviamente, a pubblicare numerosi contenuti a riguardo su Instagram e in ogni canale social. Queste fughe prendono il nome di Influencer Brand Getaways.
Come funzionano? Naturalmente è necessaria una vasta pianificazione dietro le quinte. Le esperienze perfettamente curate sono organizzate nei minimi dettagli, facendo in modo che ogni momento abbia lo sfondo per lo scatto perfetto. Gli influencers si divertono, comprano e usano tutto ciò che desiderano e la qualità dei contenuti per i post sponsorizzati schizza alle stelle.
Aziende come Revolve, Benefit e Boohoo stanno portando piccoli gruppi di influencers in vacanza per beneficiare dei loro significativi e rilevanti followings. Stanno creando un’esperienza, coltivando il nuovo stile di vita cool-girl, e invitando il pubblico a seguire l’avventura. Per esempio, l’ultimo viaggio di Revolve nello Utah ha incluso un gruppo impressionante di influencers della lista A, tra cui Aimee Song, Shay Mitchell e Rocky Barnes. Le foto del viaggio includono l’hashtag per le vacanze della società #RevveAroundTheWorld, che è stato attualmente utilizzato su oltre 20K messaggi. Ogni singolo post è basato sulla posizione geografica, sempre diversa man mano che, seguendo la rotta, si raggiunge la località da sogno prevista per la vacanza. Ogni momento è potenzialmente ideale per un’immagine che sarà vista da milioni di utenti di Instagram.
Queste “fughe” sono piene di eventi emozionanti, che permettono agli influencers di mostrare le loro avventure con link acquistabili per la collezione, i prodotti, i servizi. Per festeggiare il loro decimo compleanno, i Finders Keepers hanno ospitato per quattro giorni sei influencers alla Mandala House di Canggu, Bali. Husskie ha condiviso l’itinerario del fine settimana, mappando i giorni per ora, facendo in modo che il marchio ottenesse il massimo dal loro investimento. Il viaggio è stato ricco di emozionanti escursioni, scatti fotografici, pasti degni di nota e molte opportunità per catturare gli influencers mentre esponevano il loro marchio.

Naturalmente il costo di questi viaggi sponsorizzati è altissimo, rientra nella categoria del lusso più sfrenato. Le cifre sono da capogiro tenendo conto dell’impiego di personale, jet privati, pranzi e cene in ristoranti d’eccellenza, bevande, attività, escursioni, serate. È comunque necessario tener conto, in modo proporizionale, del numero di followers per ogni influencer e quindi dell’ampio raggio di visibilità per il brand. Ogni settore ha il suo prezzo, tarato su valori di mercato precisi e non casuali. Perché Instagram Influencer Brand Getaways ha così tanto successo?
Non c’è dubbio che gli influenzatori dei social media siano diventati indispensabili per le campagne dei brand, specialmente su Instagram. Le collaborazioni e le sponsorizzazioni di Influencer hanno quasi sostituito gli annunci tradizionali e oggi sono una parte importante delle strategie di marketing dei social media. Ora che l’algoritmo di Instagram sta limitando la portata di alcune aziende, il marketing di Instagram è diventato una strategia chiave per la promozione di prodotti e marchi su Instagram. Questa strategia funziona. Basti pensare che una giornata tipica in questi viaggi di lusso e ricca di attività divertenti, servizi fotografici e pasti a cinque stelle in condivisione con altri 20 influencer (e alcuni milioni dei loro seguaci più vicini).

Le vacanze brandizzate non sono solo un ottimo modo per generare una tonnellata di nuovi contenuti per il feed del marchio, ma danno anche accesso ad un seguito di influencers.

2

Leave a comment