MARCO PRELLINO

Marco Prellino intervistato per Influencers Kings

Ho intervistato Marco Prellino a ridosso dell’ingresso del Just Cavalli, la musica era troppo forte e non riuscivamo a parlare. Marco sembrava molto divertito dal disagio contingente. Ci siamo sistemati vicino ad una delle piante dell’ingresso, comodamente in piedi. 

Dimmi qualcosa di te e come sei diventato un influencer, Marco.

Non so darti una spiegazione corretta. Fino a due anni fa non avevo molti seguaci. Adesso me ne ritrovo 103mila senza sapere come.

Sei spaventato da questa cosa?

No.

 

 

Non penso di poter vivere solo di questo, non sono chissà chi.

Da quanto tempo sei su Instagram?

Dal 2013. Lavoro con un’agenzia di moda (Musica e Moda) giù in Calabria, a Catanzaro. Sponsorizzo le foto sia su Instagram che su Facebook, per questo forse c’è qualcuno che mi segue. Faccio tutto da solo, commento ogni tanto qualche persona famosa ma niente di più. Tempo fa mi avevano inserito in un gruppo social composto da tanti influencers, all’interno del quale ci scambiavamo commenti, likes eccetera. In seguito sono uscito da questo gruppo perché non riuscivo più a starci dietro.

Ti senti una celebrity?

No, no. A volte qualcuno mi riconosce, ma capita solo giù in Calabria, qua a Milano, per esempio, nessuno mi riconosce.

Come ti approcci con i brand?

Prima mi contattavano, adesso è da un pezzo che non ricevo proposte commerciali.

Pensi di continuare su questa strada? Quanti anni hai?

Sono vecchio, ne faccio 25 a luglio. No, non penso di poter vivere solo di questo, non sono chissà chi, non posso contare su questo settore. Vorrei portare avanti questo ruolo professionale, ma non si può conoscere il futuro, per cui non mi sbilancio.

Quali sono i tuoi progetti allora?

La cosa che vorrei è fare il modello. Già lo faccio, ma non qui a Milano per esempio. E’ molto diverso fare il modello in una qualsiasi regione italiana o fare il modello in una città come Milano. Vorrei coltivare anche l’essere fashion blogger, ma i risultati fin ora non sono stati ottimi. Mi seguono in tanti ma i mi piace e i commenti sono pochi.

Sai che ci sono persone che comprano followers, cosa ne pensi?

Penso sia sbagliato, l’ho fatto solo una volta per provare. Me l’ha suggerito un mio amico, continuava a ripetermi “prova, prova, prova!”. Ho scaricato l’applicazione, ma non mi piace perchè non ha senso , nessuno di quei followers metterà mai un mi piace perchè non esistono, non sono persone reali. Ho visto sul sito di influencerskings che si pagano 40 euro al mese per ottenere ogni mese 500 followers, 80 euro 1000 followers al mese. Vorrei provare, però non mi piace il fatto che gestirebbero loro il mio account e che quindi dovrebbero avere la password del mio profilo. Questa è l’unica ragione per cui non ho ancora optato per questa scelta. Io vorrei provare, i followers sono reali e lo so perché li trova l’agenzia lavora proprio su questo, ma non voglio dare la mia password personale.

Se ci stai pensando su vuol dire che vuoi crescere.

Si, si.

Che consigli daresti a un ragazzo che vuole diventare famoso sui social?

Di far tutto da sé come ho fatto io. L’intervento di un’agenzia che trova le persone giuste va bene, ma solo più avanti.

5

Post Correlati