5 Strategie di Influencer Marketing B2B da provare

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è campaign-creators-RSc6D7bO0fA-unsplash-scaled.jpg

Negli ultimi anni le aziende di tutte le dimensioni si stanno rivolgendo, in maniera costante, all’influencer marketing. Uno studio HubSpot ha suggerito che, entro la fine del 2020, la spesa per il marketing degli influencer raggiungerà il massimo storico di 8 miliardi di dollari. Questo include anche le aziende B2B.

Tuttavia, anche se le aziende B2B si rendono conto dell’importanza di collaborare con esperti influenti, trovare la strategia giusta, adatta ai loro marchi, è la sfida più grande. Infatti, non esiste una strategia valida per tutti quando si tratta di influencer marketing B2B.

Nello specifico, ogni campagna di marketing di influencer B2B di successo ha una sua storia. Questo perché ogni campagna è unica in così tanti modi che è assolutamente necessario avere la propria strategia se si vuole avere successo.

Detto questo puoi sicuramente prendere in prestito idee da alcune delle campagne di marketing di influencer B2B di maggior successo in modo da non dover essere sempre costretto a inventare qualcosa di nuovo.

Ecco cinque strategie di influencer marketing che possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi:

1. Collaborare con esperti del settore per la creazione dei contenuti

Il miglior ambasciatore del marchio per la tua azienda B2B è qualcuno che si è affermato come esperto in materia. In genere sono pensatori, leader e innovatori che conducono conversazioni coinvolgenti attraverso ricerche, opinioni di esperti e guide per l’utente.


“Dell Technologies” ha lanciato un podcast nel quale partecipavano influencer che si confrontavano con visionari della tecnologia, affrontando conversazioni estremamente stimolanti e interessanti. La cosa intrigante di questo programma è che Dell è in grado di sviluppare solide relazioni con gli influencer del settore.

Questo, non solo apre una serie di opportunità di collaborazione sui contenuti, ma li trasforma anche in forti sostenitori del marchio per l’azienda.

Image for post

Puoi trovare influencer per la tua attività su forum o piattaforme specifiche per il tuo settore. Possono essere blogger, YouTuber, podcaster o utenti accaniti di qualsiasi altra piattaforma che li aiuti a connettersi con il loro pubblico di riferimento. In ogni caso deve trattarsi di influencer che operino nel tuo settore e che, conseguentemente, si dimostrino ideali a sponsorizzare i tuoi prodotti.

Poiché sono già attivi nello spazio in cui opera il tuo settore, possono utilizzare i loro contenuti per suggerire i tuoi prodotti al tuo pubblico di riferimento. Quando i follower osservano gli influencer che supportano un marchio per un lungo periodo, quest’ultimo sembra loro più autentico e genuino.

2. Fai crescere la tua lista e-mail con concorsi e omaggi

La collaborazione con gli influencer per organizzare un concorso rappresenta una strategia perfetta per creare “buzz” e ottenere visibilità per un nuovo pubblico. Un influencer può ospitare il concorso (sponsorizzato da te) oppure, in alternativa, può unirsi per promuovere il concorso che tu stesso hai organizzato. In ogni caso, rendere divertenti i requisiti di accesso è un’ottima soluzione per incoraggiare, ulteriormente, il coinvolgimento del pubblico.

Ad esempio “Cisco” ha generato migliaia di contatti e idee di sviluppo attraverso la sua “Innovation Grand Challenge”. Il concorso, nello specifico, mirava a coinvolgere un pubblico composto da appassionati e creatori.

Image for post

Puoi utilizzare i concorsi come un’opportunità per far crescere la tua lista di email marketing, guidare le iscrizioni alla newsletter e aumentare il seguito sui social media

3. Promozione attraverso programmi di affiliazione di influencer

Combinare il marketing di affiliazione con il marketing di influencer ti aiuta a godere dei vantaggi di entrambi i mondi. In particolare, per eseguire un programma di affiliazione, crea un accordo che sia reciprocamente vantaggioso sia per il marchio che per l’influencer. Nello specifico, in un programma di affiliazione, l’influencer guadagna una commissione per ogni vendita che gli viene attribuita.

“ConvertKid”, ad esempio, ha pagato a Pat Flynn, un influencer di blog di Smart Passive Income, 105,000 $ in commissioni di affiliazione nel solo dicembre 2017.

Con quel tipo di commissione, è facile intuire quante vendite abbia prodotto il programma di affiliazione per “ConvertKit”, nonostante vi fosse stato l’intervento di un solo influencer. Immagina quali potrebbero essere i dati di vendita se venissero coinvolti molti più influencer.

I blogger del settore e i leader di pensiero sono le persone perfette per un programma di affiliazione B2B. Questi ultimi, infatti, creano, giorno dopo giorno, numerosi contenuti, risolvendo i problemi che il tuo pubblico di riferimento deve affrontare.

4. Organizza eventi di brand experience per creare buzz

Gli eventi sono un ottimo modo per coinvolgere un gruppo di influencer, che promuovono il tuo marchio, tutti nello stesso momento e nello stesso luogo, dando la possibilità di espandere la copertura e l’esposizione del marchio stesso.

Poiché gli influencer partecipano costantemente a nuovi eventi, assicurati che il tuo sia unico, divertente ed eccitante. Scegli influencer che abbiano un pubblico adatto al tuo marchio e generino un buon tasso di coinvolgimento attraverso i loro contenuti. Questo ti garantirà di far circolare le notizie sul tuo marchio in modo naturale.

Esistono più reti di influencer, come Influence.co, che ti consentono di accedere a un enorme database di influencer di nicchia. Puoi utilizzare questa rete per trovare rapidamente influencer in base al tuo pubblico di riferimento.

Niente è più allettante del pensiero di visitare una destinazione calda e soleggiata durante la fredda stagione invernale. Sapendo ciò, “JetBlue” ha organizzato un evento per promuovere i propri voli diretti da New York a Palm Springs.

La compagnia aerea ha posizionato blocchi di ghiaccio di due metri per due che contenevano al loro interno degli accessori estivi. Per rivendicare il premio, i partecipanti dovevano riuscire a sgretolare il ghiaccio.

Image for post

Assicurati che gli eventi organizzati per promuovere il tuo marchio offrano molte opportunità fotografiche e vi sia, sempre, un’ottima illuminazione e delle decorazioni divertenti, originali ed accattivanti. Ciò invoglierà gli influencer a condividere l’esperienza fatta sulle loro piattaforme di social media preferite, e questo può che essere di aiuto a creare buzz che riguardino il tuo marchio.

5. Trasforma i tuoi clienti in Influencer

I clienti B2B amano associarsi con altri grandi marchi o aziende che offrono servizi o prodotti che loro utilizzano abitualmente. Ciò crea un’incredibile fiducia e aumenta in maniera esponenziale il valore del marchio con la tua clientela.

“Okta”, una società di gestione di identità e dispositivi, ha creato un’intera sezione del proprio sito Web dedicata a casi di studio, interviste e video dei propri clienti.

Quando i potenziali clienti B2B vedono, da soli, come un prodotto sta aiutando altre aziende, si crea un clima di grande fiducia e questo riduce, notevolmente, il tempo necessario per prendere una decisione di acquisto.

Image for post

In conclusione

l successo del marketing B2B non dipende esclusivamente da uno sforzo di “vendita”, ma necessita, sempre di più, di interazioni regolari con gli influencer del settore. Infatti, con il giusto approccio nell’influencer marketing B2B, puoi creare contenuti accattivanti per costruire credibilità e visibilità per il tuo marchio. La tua campagna di marketing avrà successo solo quando sarà adatta al tuo pubblico. Quindi è arrivato il momento di umanizzare il tuo prodotto B2B tramite il marketing degli influencer.

Fonte: CollaborUp

0

Post Correlati

Leave a comment